Ai Weiwei pronto a ricorrere contro multa

L’ artista cinese dissidente Ai Weiwei ha depositato oggi 8,45 milioni di yuan (poco meno di un milione di euro) su conto dell’Ufficio delle imposte di Pechino, con una mossa che gli apre la strada per ricorrere in appello contro la condanna che gli è stata inflitta per evasione fiscale. Lo stesso artista, in dichiarazioni rilasciate dopo aver depositato la somma, si è mostrato pessimista sui prossimi sviluppi della vicenda. “Anche se ho fatto il deposito, possono bloccare il processo per arrivare all’appello. Possono semplicemente ingnorarmi”. “L’unica cosa che possiamo fare è rendere pubblico quello che succede”, ha aggiunto l’artista. A partire dalla scorsa settimana, Ai Weiwei ha ricevuto da circa trentamila cittadini contributi che hanno raggiunto i nove milioni di yuan per pagare la multa che è stata inflitta alla Beijing Fake Cultural Development, una società rappresentata legalmente da sua moglie, Lu Qing. L’avvocato dell’artista Pu Zhiqiang ha dichiarato all’ANSA di essere pronto a perseguire le vie legali fino in fondo. “Spero che l’Ufficio imposte impari la lezione”, ha affermato. La multa richiesta dall’Ufficio imposte alla compagnia è di quasi 15 milioni di yuan (1,7 milioni di euro). Ai Weiwei, un severo critico del governo di Pechino, è stato arrestato la scorsa primavera e rilasciato dopo quasi tre mesi senza che gli fossero state mosse accuse. Pochi giorni dopo la sua liberazione, la multa è stata imposta alla “Fake”.

Lascia un commento

Archiviato in Diritti incivili, Senza Categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...