Pechino promette a monaci Tibet benefici materiali

La Cina ha promesso ai monaci tibetani che avranno una serie di benefit, in quello che appare un tentativo di riprendere il controllo delle aree nelle quali negli ultimi mesi almeno 11 monaci, tra cui due donne, si sono dati fuoco per protestare contro la ”repressione” cinese. ”Il governo farà’ ogni sforzo per garantire servizi pubblici come elettricità’, acqua, telecomunicazioni, radio e tv ai monasteri”, ha detto il capo del Partito comunista cinese del Tibet Chen Quanguo citato dal quotidiano Global Times. Ci saranno anche, sempre secondo il leader comunista, benefici come contributi in denaro e altre forme di ”aiuto personale”. Inoltre, il governo di Pechino ha annunciato che verra’ rafforzata la spesa pubblica nella Regione autonoma del Tibet per finanziare opere pubbliche per 60 milioni di dollari. Gli investimenti andranno in gran parte nella rete idrica della Regione e nella ”salvaguardia dell’ambiente naturale”. La situazione nella Regione autonoma e nelle altre zone della Cina a popolazione tibetana e’ rimasta tesa dopo la rivolta anticinese del 2008 nella quale, secondo i gruppi di esuli tibetani, avrebbero perso la vita circa 200 persone. Sempre secondo gli esuli tibetani, ci sarebbero stati centinaia di arresti. I suicidi col fuoco, chiamati ”autoimmolazioni”, si sono verificati nelle aree tibetane della provincia del Sichuan, nel sudovest della Cina.

fonte: ANSA

Lascia un commento

Archiviato in 'O Tibbet e 'o munaciello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...