La Cina respinge accuse del Wto

La Cina ha respinto oggi la condanna dell’Organizzazione mondiale del commercio (Wto), che ha accolto ieri un ricorso di Unione Europea, Usa e Messico, secondo il quale Pechino ha imposto restrizioni illegali all’esportazione di alcune materie prime. Secondo un alto funzionario del Ministero del Commercio cinese, anche se ”le misure hanno qualche influenza sui consumatori locali e stranieri”, esse ”sono in linea con l’obiettivo del Wto di promuovere lo sviluppo sostenibile”. La controversia riguarda restrizioni imposte a materie prime quali bauxite, fluorite, magnesio, manganese, silicio, silicio metallico, fosforo giallo e zinco, usate per produrre oggetti d’uso quotidiano cosi’ come per prodotti ad alto contenuto tecnologico. Il funzionario ha aggiunto che Pechino sta ”valutando” il rapporto degli esperti del Wto e che ”fara’ gli opportuni passi in accordo con la procedure per la risoluzione delle dispute”.

Lascia un commento

Archiviato in 'E renare (i soldi, l'economia)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...