Il Tibet chiuso ai turisti in occasione del 90mo del partito

Le autorita’ cinesi hanno imposto il divieto di viaggio dai turisti stranieri in Tibet per alcune settimane a luglio. Secondo fonti turistiche, il divieto, deciso in prossimita’ della ricorrenza dei 90 anni dalla nascita del partito comunista cinese, interessera’ solo i turisti non cinesi. Anche a maggio le autorita’ di Pechino avevano vietato il Tibet ai turisti non cinesi, in concomitanza con la ricorrenza dei 60 anni dalla ‘pacifica liberazione del Tibet’, come i cinesi chiamano l’invasione de paese dei Lama. Non si sa quando il divieto possa finire, presumibilmente dopo il 20 luglio. Il divieto non solo e’ esteso ai turisti, ma anche agli studiosi e ai ricercatori che si recano in Tibet per motivi accademici. Dal 2008, quando in occasione del passaggio della fiaccola olimpica ci furono manifestazioni in Tibet soppresse con la forza dalla polizia cinese, le autorita’ di Pechino ciclicamente impongono al chiusura del Tibet agi stranieri. La cosa provoca non pochi problemi all’industria turistica tibetana, tra le piu’ importanti del paese, uno dei pochi strumenti di sopravvivenza dei locali di origine tibetana.

Lascia un commento

Archiviato in 'O Tibbet e 'o munaciello, Diritti incivili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...