Lavoratori Apple intossicati chiedono risarcimenti

Continua la battaglia dei lavoratori cinesi di una sussidiaria dell’Apple, che affermano di essere stati avvelenati dai componenti chimici usati per la produzione degli ‘gioielli’ tecnologici dell’azienda di Steve Jobs. Secondo quanto riferisce il China Daily, un inviato cinese della societa’ americana avrebbe incontrato un gruppo di lavoratori, informandosi sulle loro condizioni di salute. La notizia non e’ stata confermata dal portavoce cinese della Apple, societa’ che gia’ il 15 febbraio scorso aveva diffuso un dossier ammettendo errori e problemi nella gestione degli operai delle fabbriche cinesi, dai suicidi all’avvelenamento. L’incontro sarebbe avvenuto con i dipendenti della United Win Technology, una societa’ cinese della taiwanese Wintek Corp, che a Shenzhen, nel sud est della Cina, per conto della Apple produce pezzi di Ipad e Iphone. ”Siamo felici che un rappresentante della Apple ci abbia ascoltati – ha detto al giornale uno degli ex operai -. Ora ci aspettiamo che la societa’ venga incontro alle nostre richieste”. Sono in tutto 137 i lavoratori della Wintek avvelenati per essere stati esposti all’n-esano, un solvente utilizzato nei processi di lavorazione. In fabbrica veniva usato per velocizzare la produzione degli schermi per la Apple. Dopo la scoperta e la denuncia dell’avvelenamento, si e’ tornati ad usare l’alcool. I 137 lavoratori sono tornati in fabbrica, ma 100 hanno lasciato lunedi’, impossibilitati a continuare il lavoro, dopo aver avuto un risarcimento dagli 8.700 a quasi 15.000 euro, firmando anche un documento con il quale non citeranno in giudizio l’Apple per problemi futuri di salute relativi all’avvelenamento. Gli altri 37, invece, sono tornati al lavoro, ricevendo sul loro stipendio bonus che variano da 1.300 a 3.500 euro. Ma questi risarcimenti vengono considerati inadeguati.

Lascia un commento

Archiviato in Diritti incivili, Vita cinese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...