Per i cinesi giusto disinvestire negli Usa

”La Cina ha scelto la giusta strategia nel ridurre drasticamente gli investimenti in titoli di stato americani”. E’ il commento di Liu Yuhui, economista dell’Accademia di Scienze Sociali (Cass) alla decisione di Pechino di non essere piu’ il primo finanziatore del debito americano. Liu ha aggiunto che la decisione e’ stata corretta anche considerando che non ci sono segnali di ripresa del dollaro, debole da ormai lungo tempo. Il grosso debito americano e i tassi di interesse pari a zero hanno eroso il valore dei bond americani, ha invece detto Cao Honghui, direttore delle ricerche finanziarie di mercato della Cass. Gia’ nel marzo dello scorso anno, il premier cinese Wen Jiabao aveva dichiarato di essere ”molto preoccupato” della situazione dei titoli americani e aveva detto di volere delle rassicurazioni circa la sicurezza degli investimenti del suo paese negli USA. La Cina ha tagliato la propria quota di Treasury Bond portandola a 755,4 miliardi di dollari dai 789,6 miliardi di novembre. Ora e’ il Giappone a guidare la classifica dei maggiori investitori del paese di Obama, avendo aumentato la sua quota di 11,5 miliardi elevandola a 768,8 miliardi di dollari rispetto ai 757,3 del mese prima.

Lascia un commento

Archiviato in 'E renare (i soldi, l'economia)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...